La rilevazione dei pesticidi negli alimenti richiede strumenti di laboratorio adeguati

01/06/2021
La prosperità dell'industria alimentare dipende dal lavoro diligente di esperti del settore e dagli strumenti di laboratorio di precisione.
 

Laboratory Equipment
Il termine "dal produttore al consumatore" delizia le papille gustative ed evoca immagini di prodotti freschi, maturi e coltivati localmente adatti alla cucina casalinga, ai ristoranti e all'asporto. La maggior parte di ciò che consumiamo deriva dai cereali (frumento, riso, avena, orzo, segale, mais), verdure, frutta, legumi e fagioli, semi e frutta secca, erbe aromatiche e spezie che vengono prodotte nei terreni agricoli. Tuttavia, pochi sanno bene quali sono i rigorosi test da effettuare per garantire che le colture coltivate nelle aziende agricole siano sicure per il consumo.

Negli Stati Uniti, i prodotti sono regolamentati dall'USDA (United States Department of Agriculture), dall'EPA (Environmental Protection Agency) e dalla FDA (Food and Drug Administration). Ognuna di queste agenzie governative, così come altre a livello statale, svolge un ruolo fondamentale nel garantire che i nostri alimenti siano idonei alla distribuzione e sicuri da consumare. In Europa, il FAS (Foreign Agricultural Service) e l'EFSA (European Food Safety Authority) svolgono una supervisione simile, mentre in Cina gli agricoltori e i distributori alimentari sono soggetti alla vigilanza del SAMR (State Administration for Market Regulation). Molti altri paesi hanno una propria agenzia governativa equivalente che pubblica linee guida e implementa test indipendenti per verificare i livelli accettabili di pesticidi negli alimenti.
Laboratory EquipmentL'agricoltura è una grande industria in tutto il mondo e anche se le colture possono variare da un paese all'altro, gli insetti sono ovunque. Dagli afidi agli zoratteri, gli insetti hanno il potere di distruggere da soli un raccolto. Che mangino le foglie, distruggano la frutta, depositino uova e feci o pungano i contadini, rappresentano un fastidio costante.

E gli insetti non sono certo gli unici parassiti che mettono a dura prova le aziende agricole. Roditori, erbacce, batteri, muffe e funghi presentano sfide uniche nei terreni agricoli di tutto il mondo. Per questo motivo, i pesticidi vengono ampiamente utilizzati nella produzione alimentare in tutto il mondo.

La buona notizia è che i pesticidi moderni limitano notevolmente i danni causati da tutti questi parassiti. La cattiva notizia è che lasciano residui che possono essere estremamente dannosi per l'uomo se ingeriti. Le sostanze chimiche come il glifosato (che si trova nel RoundUp), l'Imazalil, l'acefato, il clorpirifos e il DCPA (che si trova nel Dacthal) sono state classificate dall'EPA come velenose. Alcune di queste sostanze chimiche sono considerate cancerogene, mentre altre hanno un impatto negativo sulla fertilità e sullo sviluppo cerebrale.

Chi esegue il test?​

Laboratory Equipment

Proprio a causa di questi pericoli intrinseci, le agenzie governative applicano rigide linee guida per ottenere la massima quantità accettabile di pesticidi. Per evitare multe elevate e sanzioni legali, nonché la minaccia di perdere licenze e attività, il settore agricolo prende molto sul serio la conformità. In molti casi, le aziende alimentari si avvalgono dell'assistenza di laboratori privati e indipendenti come WESSLING.

PesticideWESSLING è nata come una piccola organizzazione in Germania che ha impiegato esperti del settore per testare i raccolti e persino gli alimenti confezionati. Da quasi 40 anni, le agenzie governative e le aziende private si affidano alle loro analisi di laboratorio di precisione. Con l'evoluzione e la crescita della produzione e della distribuzione alimentare a livello globale, WESSLING si è ampliata, e oggi l'organizzazione impiega 1.600 esperti e ha una presenza in oltre 25 paesi in tutto il mondo.

Abbiamo chiesto a Justyna Wójcik, Laboratory Main Specialist di WESSLING a Cracovia, Polonia, di spiegarci il funzionamento e il procedimento di questi test. Incredibilmente sono ancora più complessi e svariati di quanto avevamo immaginato.

Come vengono condotti i controlli​


"Testiamo la conformità dei prodotti ai requisiti stabiliti a livello comunitario e più precisamente al Regolamento (CE) n. 396/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio (livello massimo di residui - MRL)," ci ha spiegato Justyna. "Possiamo anche condurre una valutazione di sicurezza sull'esposizione acuta dei consumatori ai residui di pesticidi usando il modello di calcolo dell'EFSA e i valori della dose acuta di riferimento (ARfD). Per quest'ultimo approccio, talvolta dobbiamo condurre ulteriori test in quanto l'ARfD si applica alle parti commestibili dei prodotti, mentre l'MRL si applica di solito all'intero prodotto (comprese le parti non commestibili come la buccia). A volte i clienti hanno i propri requisiti aggiuntivi, ma di solito corrispondono a quelli dell'UE. Ad esempio, stabiliscono il proprio livello massimo di residui di pesticidi al 50% dell'MRL ufficiale".

Laboratory Equipment 
La prosperità dell'industria alimentare dipende dall'affidabilità. I produttori e i fornitori di alimenti si affidano l'uno all'altro, ai loro dipendenti e ai pesticidi che utilizzano per proteggere il loro investimento. Si affidano inoltre ad aziende come WESSLING per rispettare i requisiti legali, garantire gli standard di sicurezza alimentare e proteggere il proprio marchio. WESSLING, a sua volta, si affida al suo team di esperti qualificati e agli strumenti di precisione che utilizza per attrezzare i laboratori.
 
"Gli strumenti essenziali per l'analisi dei residui di pesticidi sono il cromatografo con rivelatore a triplo quadrupolo", ha spiegato Justyna. Il cromatografo viene utilizzato per separare, analizzare e identificare i componenti chimici di un campione.

"Non meno importante è l'attrezzatura utilizzata per la preparazione dei campioni: omogeneizzatore, agitatore e centrifuga", aggiunge Justyna. "Il primo passo dell'analisi è la macinazione, spesso in condizioni di congelamento, che richiede un robusto omogeneizzatore. Il campione viene quindi pesato su una bilancia tecnica ed estratto con un agitatore meccanico. L'ultima fase è la centrifugazione".
 
Nel corso della preparazione e del test dei campioni, aziende come Wessling devono scegliere strumenti affidabili, sicuri e facili da pulire per evitare la contaminazione incrociata durante la manipolazione dei campioni. La nostra amica di Wessling sostiene che "prima di tutto, l'attrezzatura deve soddisfare le specifiche della procedura di test. L'omogeneizzatore deve essere sufficientemente potente da tagliare i campioni congelati con azoto liquido, in quanto per alcuni metodi dei singoli residui è necessaria una fase di congelamento. L'agitatore meccanico per la fase di estrazione può essere orizzontale o verticale e deve garantire un'agitazione molto vigorosa. L'ultima fase è la centrifugazione per 5 minuti a 3.500 giri/min. in provette da centrifuga da 50 ml. Questa fase può essere ripetuta molte volte poiché i campioni necessitano di pulizia e ricentrifugazione in provette da centrifuga da 15 ml (o talvolta più piccole)".
 
La scelta di una centrifuga che soddisfi la forza G richiesta e di un agitatore orbitale che produca il movimento corretto (orbitale, oscillante, ondeggiante, orizzontale) con un controllo preciso della velocità e accessori per gestire diversi tipi di contenitori per campioni è ciò che porta molte aziende come WESSLING a OHAUS.
Laboratory Equipment
Per la preparazione dei campioni, la serie di centrifughe Frontier™ di OHAUS è una scelta eccellente. Le centrifughe Frontier sono dotate di rotori ad angolo fisso e oscillanti in grado di alloggiare provette coniche da 50 ml e 15 ml. Sono disponibili quattro tipi di modelli per soddisfare diverse esigenze di separazione dei campioni.
 
Per l'elaborazione dei campioni, gli agitatori Vortex OHAUS includono una serie di opzioni idonee, tra cui l'agitatore Vortex multi-provetta. Questo potente agitatore a mani libere offre una lavorazione efficiente e ad alta produttività ed è in grado di contenere anche provette coniche da 50 ml, adatte per l'esecuzione del diffuso metodo QueChers per l'analisi dei pesticidi.
 
Per una macinazione rapida e ad alta produttività, l'omogeneizzatore HT Lysing di OHAUS rappresenta un'ottima aggiunta al laboratorio.  Questo versatile omogeneizzatore è uno dei modelli più flessibili sul mercato con un supporto regolabile integrato che consente una facile elaborazione dei campioni senza accessori.
 
"Questa area di ricerca è fortemente regolamentata e dobbiamo soddisfare tutti i requisiti per poter eseguire i test", ha dichiarato Justyna. "Lavoriamo in conformità ai requisiti della guida SANTE, fondamentale per l'analisi dei residui di pesticidi. Un metodo tipico per garantire la qualità include la convalida del metodo e poi il controllo qualità di routine, come il test di campioni bianchi, dei campioni duplicati, dei campioni di riferimento, il controllo del recupero e la partecipazione a prove valutative almeno una volta all'anno."

Ecco perché aziende come WESSLING si affidano ai risultati ripetibili e alla precisione affidabile delle attrezzature da laboratorio OHAUS.